Silelab 2.0

6 febbraio 2015

BannerSileLab3

SileLab è un progetto di valorizzazione dei territori del Sile, iniziato nel 2008 e da circa un anno in collaborazione con l’Università IUAV di Venezia e all’interno di EXPO 2015.

Silelab 2.0 presenta il territorio del fiume Sile osservato attraverso una mostra per illustrare progetti, mappe, fotografie, video, possibili narrazioni, incontri per dialogare e sviluppare idee sul futuro; un laboratorio aperto alla cittadinanza per raccogliere impressioni; workshop per attraversare, conoscere, disegnare il territorio del fiume Sile.

Per approfondire i contenuti di Silelab 2.0 visitate il nuovo sito http://www.silelab.it

Annunci

Silelab 2.0

27 gennaio 2015

glob01LOCANDINA SILELAB 2.0

L’Amministrazione comunale di Silea in collaborazione con l’Università IUAV di Venezia presenta un progetto di valorizzazione dei territori del Sile, Silelab 2.0, finalizzato alla promozione di una politica culturale, turistica e ambientale condivisa  tra i Comuni dell’area circostante il Fiume Sile.
Sarà un’occasione di conoscenza e coinvolgimento per la cittadinanza, la scuola e le associazioni e, soprattutto, per gli operatori del settore turismo commercio e attività produttive e i professionisti.

30 gennaio – 8 febbraio 2015
Centro Culturale Tamai

00096

Image

Il Comune di Silea è il promotore del progetto per la Riqualificazione della Via Claudia Augusta Altinate.

Silea vuole coinvolgere le istituzioni e le parti interessate presenti lungo la storica Via, attraverso uno Studio di fattibilità. Gli obiettivi di riqualificazione sono: identificare il percorso fisico della via, creare un “sistema di visitazione” con mobilità lenta, coinvolgere tutti i partner pubblici e privati​​, produrre una preliminare analisi dei costi.

Migliorare e ripristinare i paesaggi e le aree rurali, l’ambiente naturale e gli spazi urbani lungo la via, saranno gli ulteriori temi del progetto. Il recupero del percorso sarà anche archeologico, grazie alla presenza del Museo Archeologico Nazionale di Altino (che sta completando il nuovo Museo) e alla Soprintendenza Archeologica del Veneto .

Lo studio di fattibilità sarà funzionale allo sviluppo economico e turistico lungo il percorso , anche la concertazione e la divulgazione dei contenuti del progetto. Con la riqualificazione della Via Claudia Augusta e il disegno del nuovo Itinerario Altinate, gli enti locali coinvolti, potranno includere il maggior numero di soggetti interessati attraverso il coordinamento delle varie iniziative locali. Il progetto è uno strumento utile per ottenere possibili co-finanziamenti pubblici e privati, anche attraverso la nuova programmazione 2014-2020 della Commissione europea.

L’Amministrazione Comunale di Silea ha avviato la stesura del Piano di Assetto del Territorio, prendendo atto con D.G.C. n. 92 del 16 settembre 2011, del Documento Preliminare e del Rapporto Ambientale Preliminare. Tali documenti contengono gli obiettivi generali che s’intendono perseguire con il Piano di Assetto del Territorio e le indicazioni per lo sviluppo sostenibile e durevole del territorio. Al fine di assicurare il confronto e la concertazione con gli altri Enti Pubblici Territoriali, con le altre Amministrazioni preposte alla cura degli interessi pubblici coinvolti, nonché il confronto con le associazioni economiche e sociali portatrici di rilevanti interessi sul territorio e di interessi diffusi, con i gestori di servizi pubblici e di uso pubblico. L’Amministrazione ha avviato alcuni incontri tematici nei quali raccogliere gli eventuali contributi utili alla definizione degli obiettivi e delle scelte strategiche del nuovo Piano di Assetto del Territorio.

Nella fase di concertazione le indicazioni prodotte dal Laboratorio Intercomunale del Paesaggio Silelab, sono state raccolte dal Piano di Assetto del Territorio, divenendone parte integrante.

Il Fiume Melma

26 novembre 2011

L’esondazione dell’8 novembre 2011, dovuta alle eccezionali piogge (di intensità 3 volte superiori alla media), ha coinvolto tutta la provincia di Treviso e molti fiumi, tra i quali il Meschio, il Cervada, lo Storga, il Limbraga. L’influenza delle cause umane in questi avvenimenti è comunque molto alta (cementificazione dei suoli, occupazione degli argini, strozzature e scarse manutenzioni dell’alveo). Alla luce di quanto avvenuto si impone il ricorso di soluzioni immediate da attuare in concertazione tra gli enti:  migliorare il funzionamento delle chiuse, coordinare gli interventi di prevenzione e soccorso, distribuzione equa dei risarcimenti.

Il Melma oggi appare come un pericolo, ma è una risorsa e ancora una opportunità per le comunità che su di esso vivono.

Silelab contiene un progetto che intende portare alla realizzazione di nuovo itinerario intercomunale lungo il fiume Melma. Il percorso ciclo pedonale vuole permettere la visitazione di un territorio storico e naturalistico di pregio, che si sviluppa dalle risorgive delle Fontane Bianche a Villorba (Sito di Interesse Comunitario), scende a Carbonera lambendo le Ville venete (Passi, Avogadri), la tenuta Bianchini, sino agli edifici Pubblici del Centro di Silea, poi alla Chiari & Forti e alla Foce nel Fiume Sile (Parco Regionale).

Il Comune di Silea ha sviluppato a sostegno uno studio idrologico approfondito sullo stato del Fiume Melma, condotto dagli Ingegneri Pattaro e Perusini. Lo studio ha restituito una modellazione idrologica e idrodinamica dei fiumi Melma e Nerbon, rilevando la pericolosità idraulica e proponendo ipotesi di riqualificazione ambientale a diminuzione del rischio di esondazione. Lo studio ha anche identificato gli scarichi autorizzati lungo i fiumi Melma e Nerbon, indagando sulla presenza di occlusioni fisiche presenti lungo gli argini (recinzioni, manufatti e costruzioni). Infine, vista la necessità di coinvolgere la popolazione e le istituzioni sulla tutela dei corsi d’acqua, sulla loro manutenzione, ed in generale sul rispetto di tutti del patrimonio pubblico, lo studio ha introdotto l’istituzione di un Contratto di Fiume dei fiumi Melma e Nerbon.

L’amministrazione comunale di Silea ha partecipato al concorso promosso dal Credito Trevigiano BCC, ottenendo una menzione speciale.

Il servizio, che ha trasportato in quattro mesi 3.500 persone, proseguirà anche in autunno, con gli stessi orari.

Un progetto in cui abbiamo sempre creduto, individuando specifiche potenzialità turistiche, e sostenuto in completa autonomia e con le sole risorse dell’amministrazione comunale. Ora con l’ennesimo premio, abbiamo una ulteriore conferma della bontà e della validità del servizio.” Così l’assessore alle attività produttive del Comune di Silea, Rossella Cendron, annuncia che il progetto del Passo a Barca promosso dall’amministrazione comunale ha ottenuto una menzione speciale al Premio per l’Economia Sostenibile, organizzato dal Credito Trevigiano BCC. Il premio, giunto alla terza edizione, è stato istituito dal Credito Trevigiano come riconoscimento dedicato ad enti pubblici e organizzazioni private impegnati in progetti volti allo sviluppo economico del territorio nel rispetto dell’ambiente.

Il passo a barca, che la Ditta Barchiamo srl ha in gestione, in quattro mesi ha trasportato circa 3.500 persone,  2034 residenti e 1455 non residenti.

Visto il successo avuto anche in autunno, che ha visto nel solo mese di ottobre 710 passaggi, il servizio del passo sarà attivo fino al 2 novembre. L’ approdo temporaneo sul lato di Lughignano e fisso a Cendon, è gratuito per i cittadini di Silea, mentre costa 1,00 € a tratta a persona per i non residenti ed è attivo il venerdì dalle 14.00 alle 18,00, il sabato e la domenica dalle 09,00 alle 13,00 e dalle 14.00 alle 18.30.

“Ricordo inoltre che la riattivazione del Passo a Barche al porto di Cendon– conclude l’Assessore Cendron- è la prima azione programmata all’interno del Progetto Silelab, voluto dall’Amministrazione con il supporto degli architetti Malacchini e Pescarollo, è un progetto di riqualificazione paesaggistica e territoriale attraverso la valorizzazione del turismo legato alla mobilità lenta, alle iniziative sportive, alle eccellenze ambientali e architettoniche. Caratteristiche che stiamo mettendo in rete appunto nel progetto “Silelab” che ha già vinto il Premio Club di Prodotto-Miglior comune nella progettazione di iniziative per il turismo e lo sport, promosso dalla Provincia di Treviso, ricevendo quindi il premio di 20.000 euro.

Click on the image

La riattivazione del Passo a Barche al porto di Cendon, è la prima azione programmata all’interno di Silelab. La nuova opera si lega simbolicamente all’infrastruttura storica del passo, che superata nel 1974 dalla modernità, viene ora riscoperta dalle rinnovate esigenze delle popolazioni lungo il fiume Sile: svago e tempo libero, attività sportive e godimento della vita all’aria aperta.

Il collegamento tra Cendon e Lughignano prolunga la passeggiata della Restera trevisana, verso Cendon, Sant’Elena, Casale sul Sile, Roncade e la Via Claudia Augusta. L’attraversamento del fiume avviene attraverso un natante semplice e sostenibile (elettrico ricaricabile con pannelli fotovoltaici), che permetterà a persone e biciclette di “passare” in totale sicurezza il fiume Sile, aumentando così tutte le possibilità di fruizione di questi luoghi, implementando nuove funzioni turistiche, ludiche e ricreative e sviluppando la fruizione del sistema di piste ciclabili comunali e intercomunali.
Il Passo attivato in via sperimentale con un approdo temporaneo sul lato di Lughignano, è gratuito per i cittadini di Silea, mentre costerà 1,00 € a tratta a persona per i non residenti ed è attivo il venerdì dalle 14.00 alle 19,30, il sabato e la domenica dalle 09,00 alle 13,00 e dalle 14.00 alle 19.30.

Domenica 19 giugno 2011 alle ore 17.00, si svolgerà
l’Inaugurazione del Passo a Barche al porto di Cendon e sul lato di Via Torre di Lughignano.

Seguirà un aperitivo in compagnia, con intrattenimento musicale e la possibilità di fermarsi per cena allo stand gastronomico della sagra di Cendon.

 

L’amministrazione di Silea ha vinto il primo premio del concorso della Provincia: “Treviso. La Provincia dello sport”, nato per valorizzare la realizzazione di iniziative legate all’offerta turistica a tema sportivo, con particolare riferimento alla sostenibilità turistica e alla fruibilità “lenta” del territorio.

L’amministrazione Piazza ha presentato il progetto integrato Silelab e riceverà, come premio, un contributo di € 20.000 per la realizzazione del progetto stesso: “Silelab è un progetto fortemente voluto dall’amministrazione comunale di Silea per valorizzare il patrimonio storico e ambientale del nostro territorio, con l’obiettivo di migliorare il coordinamento con i Comuni vicini favorendo la mobilità lenta, per far riscoprire alla cittadinanza e ai turisti zone di grande pregio naturalistico, storico e paesaggistico. L’arma vincente del nostro progetto è la sua visione d’insieme del bene prezioso che è il nostro territorio che diventa un appeal prezioso per il turismo naturale e sportivo” spiega l’assessore al Turismo del Comune di Silea, Rossella Cendron.
Tra i punti cardine del progetto la fruibilità turistica, naturalistica, didattica, ricreativa, intercomunale del fiume Sile con il ripristino del Passo a Barche a Cendon e la mobilità lenta del sistema connettivo comunale e intercomunale con il completamento delle piste ciclabili, lo scavalco ciclopedonale dell’A27 e la valorizzazione delle opportunità sportive con la realizzazione di nuovi campi sportivi polivalenti e dei parchi urbani con il “Parco dei Moreri”.
I servizi di accoglienza di rilievo dedicati all’ospite con esigenze sportive si connotano invece per la sinergia tra pubblico e privato nel marketing territoriale dedicato al turismo sportivo come la collaborazione per la realizzazione della Guida al territorio comunale, le iniziative come “Silea Ovale Silea Ospitale” per i tifosi di rugby che hanno accesso a riduzioni negli esercizi di Silea.
L’impegno dell’assessore allo sport Giuliano Zanette nel portare importanti manifestazioni sportive a Silea come il trofeo Topolino o gli allenamenti delle squadre nazionali ed estere, sottolineano l’eccellenza dell’impegno dell’amministrazione nel tema sportivo come elemento di aggregazione sociale ma anche di rilancio delle attività economiche che si crea con l’indotto.
Dichiara soddisfatto il sindaco Silvano Piazza: “Il riconoscimento della Provincia sottolinea gli obiettivi che la nostra giunta si è data: riscoprire il volto di Silea e del territorio circostante, rilanciando il turismo e le attività produttive con offerte culturali, naturali e sportive d’eccellenza. Valorizzare il territorio e l’identità dei luoghi dove viviamo migliorerà la qualità del vivere, incrementando lo sviluppo di nuove economie sostenibili, soprattutto nel settore turistico”
Il premio verrà consegnato il 19 novembre in Provincia di Treviso durante il Convegno annuale sul Turismo.

SILELAB

SILEA-locandina_SILELAB

SILEA-pieghevole_SILELAB

Giovedì 22 Aprile alle ore 20:30 presso l’Auditorium Parrocchiale di Silea, l’Amministrazione Comunale di Silea è lieta di invitare la cittadinanza per presentare il progetto SileLab, interverranno:

Silvano Piazza, Sindaco di Silea

Franco Conte, Assessore Provinciale all’Urbanistica

Rossella Cendron, Assessore al Marketing Territoriale e Gianluca Vendrame, Assessore ai Lavori Pubblici – Comune di Silea

Roberto Pescarollo e Andrea Malacchini, realizzatori del progetto

Saranno presenti i sindaci e i rappresentanti dei Comuni limitrofi.

Info: Comune di SileaVia Don G. Minzoni, 12 – 31057 Silea (TV) – tel. 0422 365709 – fax 0422 460483 – segreteria@comune.silea.tv.it